CAI Emilia Romagna contro le moto sui sentieri

pubblicato in: Iniziative | 0

ha lanciato in rete la petizione per cambiare la legge regionale 14/2013 che consente l’accesso motorizzato a sentieri e mulattiere.

In Emilia-Romagna l’articolo 4 della legge regionale 14/2013, “Rete escursionistica dell’Emilia-Romagna e valorizzazione delle attività escursionistiche” prevede la possibilità di percorrere i sentieri di montagna anche con mezzi motorizzati, favorendone un uso inappropriato, dannoso per l’ambiente e pericoloso per gli escursionisti. Questo articolo è in evidente contrasto con la destinazione dei percorsi escursionistici, affermata dalla stessa legge, alla “promozione delle aree naturali … e allo sviluppo sostenibile”. Consentire usi incompatibili su terreno comune appare un paradosso anche rispetto ai progetti per la promozione e per lo sviluppo del turismo dolce, che richiedono investimenti modesti ma sono realizzabili solo con scelte precise e coerenti. L’Emilia-Romagna è avvolta da una rete di itinerari di lunga percorrenza di grande valore naturalistico, storico e devozionale, che si appoggia in massima parte sulla rete sentieristica. Le numerose presenze su questi itinerari di viaggiatori a piedi provenienti spesso da altri paesi europei ed extraeuropei, che rappresentano un importante sostegno all’economia montana, sarebbe fortemente disincentivata dalla presenza di mezzi motorizzati. Per firmare clicca qui

MOTO ROMAGNA